La storia dell’ambra

L’ambra è semplicemente una resina fossile che provviene dalle piante conifere e che nel corso di milioni di anni ha subito un processo di graduale mineralizzazione. 40 milioni anni fa sullo stesso posto dove oggi si trova il Mar Baltico crebbe un’enorme foresta.
Il clima caldo quasi tropicale fece perdere agli alberi tanta resina.
La sostanza collosa di color d’orato scendeva dalle piante immobilizzanzdo dei piccoli insetti, delle piccole piante e perfino gocce d’acqua e granelli di sabbia che incontrava sulla sua strada.
Questi pezzettini immobilizzati dalla resina vengono chiamati inclusioni.
 
I popoli antichi e l’ambra

Da secoli ambra veniva apprezzata per la sua bellezza e le sue qualità. Veniva usata nella produzione di gioielli, di articoli d’arte applicata e dei talismani. La gente credeva che l’ambra avesse dei poteri magici e il potere di sanare.
Per i popoli antichi essa fu così preziosa che costruirono una tratta di 1000 chilometri fatta tutta in ambra. ‘La Tratta di Ambra’ fu la strada miglior protetta e conservata di quei tempi.
     
L’ambra oggi

Oggi la gente ama l’ambra nello stesso modo. La ama per il suo calore per il suo splendore, per il mistero che contiene in sè e per il fatto che ogni pezzo di ambra è unico e speciale. Oggi sappiamo come creare dei bellisssimi gioielli d’ambra con argento e oro, sappiamo come sfruttarla in medicina e nei prodotti di bellezza. Produciamo dei liquori che contengono ambra e ai bambini regaliamo dei fili d’ambra per prevenire i dolori quando gli vengono i primi denti.
Noi donne amiamo ambra soprattuto perchè regala uno splendore particolare alla nostra pelle alluminandola come la luce delle candele.
 
Lo splendore dell'ambra

Ci sono alcune indicazioni che devono essere rispettate perchè ambra non perda la sua luce e il suo splendore:

- non pulire mai i gioielli con ambra con l'alcool o con dei prodotti  
  destinati alla pulizia di argento
- i gioielli d'ambra possono essere lavati con l'acqua e sapone
- spruzza il profumo o la lacca per i capelli prima di indossare ambra
- non fare le facende domestiche indossando i gioielli d'ambra

L'Autenticità di ambra

Il modo più semplice per verificare l'autenticità dell'ambra è metterla a prova del fuoco, provando semplicemente a bruciarla.
E' possibile farlo usando un accendino o infilando dentro il pezzettino d'ambra un ago riscaldato.
L'ambra vera emmette l'odore di resina. Provate a fare la stessa cosa con la plastica e sentirete subito un altro odore.
 
Le qualità dell'ambra

- l'ambra non può essere prodotta nel laboratorio e non si può velocizzare il processo
  dellla sua creazione
- solo l'ambra provveniente dal Mar Baltico contiene dal 3 al 8% dell'acido di ambra
  invece le altre resine di cava contengono meno del 3% o non lo contengono
  per niente
- ambra è resisitente a tutti i tipi di solventi
- ambra non è dura- la sua durezza è pari a 2-2,5 nella scala di Mohs
- ambra è leggera - la sua densità è pari ai 0,96- 1, 0,96 g/m3
- ambra è molto sensibile ai cambiamenti di temperatura - riscaldata cambia
  il colore, diventa più scura, con dei cambiamenti troppo bruschi può anche rompersi
- ambra può avere diverse tonalità di trasparenza- da quella molto
  scura a quella trasprente
- ambra può avere diversi colori- bianco, nero, blu, verde,
  rosso e marrone e soprattutto tutte le sfumature del colore giallo-oro